Loyalty program: come il digitale rivoluziona la fidelizzazione del cliente

Scratch&Screen il 2 aprile 2021

Se volessimo fare una classifica delle attività di marketing più amate dai consumatori, i loyalty program occuperebbero un posto molto alto sul podio. Le motivazioni sono tante e la maggior parte riguardano la sfera delle emozioni. Una fra tutte: i clienti percepiscono i loyalty program come un premio, un vero e proprio riconoscimento della loro importanza da parte dell’azienda scelta.  

 

Da una parte l’azienda, orientata ad aumentare la fidelizzazione attraverso l’utilizzo di canali digitali, gli unici in grado di fornire numerose e utili informazioni in tempi brevi. Dall’altra il cliente, fidelizzato dopo aver compiuto la migliore User Experience possibile, continuerà a scegliere il brand che lo premia, lo raccomanderà ai propri contatti e , pur di ottenere la ricompensa promessa dal loyalty program, sarà disposto ad aumentare la spesa e la frequenza di acquisto. 

 

Perché il digitale è importante per la fidelizzazione 

 

Il mercato si evolve e cambiano gli scenari. L’avvento del digitale ha ridefinito il concetto di fidelizzazione, ampliando i confini stessi del Retail. Le aziende che non prendono atto dei mutamenti in corso e non adottano misure adeguate rischiano di commettere un errore: la direzione nella quale sta procedendo il mondo è digitale e non prendere consapevolezza di questo vuol dire perdere vantaggio competitivo. Per poter dialogare con i consumatori occorre pensare al mondo del Retail secondo nuovi paradigmi. 

 

Millennial e Generazione Z sono gli acquirenti di oggi e del prossimo futuro. Persone abituate a vivere in simbiosi con diversi digital device, nei quali trovano tutto quello di cui hanno bisogno: una biblioteca intera in un’applicazione, una banca a propria disposizione, negozi sempre aperti nei quali vivere l’esperienza dello shopping stando comodamente a casa.  

 

Loyalty program: come si evolvono con il digitale 

 

Riconosciuto il valore della fidelizzazione dobbiamo comprendere perché il digitale è così determinante nella buona riuscita di una strategia di loyalty program. 

 

Il processo di fidelizzazione si attiva prima di tutto attraverso l’incontro tra brand e cliente nei diversi touchpoint che compongono la User Experience. L’azienda può ricavare una molteplicità di informazioni, abitudini e comportamenti d’acquisto, che permettono di conoscere in modo approfondito i propri clienti e costruire per loro offerte su misura e pianificare efficacemente le future strategie di marketing. 

 

Da questa prospettiva, appare evidente come, per la gestione di questa mole di dati, le aziende devono iniziare a integrare con urgenza strumenti di Data Analytics e Intelligenza Artificiale, in grado di ottimizzare i flussi di informazioni e trasformarli in elementi utili alla pianificazione e gestione del lavoro futuro. L’obiettivo? Orientare con un approccio data-driven le strategie del marketing, inclusi i loyalty program. 

 

Sul mercato oggi esistono piattaforme di gestione ad hoc dei loyalty program, che possono facilmente lavorare in sincronia con gli strumenti di marketing automation (ad esempio, CRM, e-mail marketing, SMS marketing), i tool di engagement, quelli di attivazione delle campagne ADV online (sui social media e sui motori di ricerca), e di monitoraggio delle campagne ADV (con diversi KPI, con funzionalità di analisi real time e predittiva). Tutto questo in modo semplice, rapido e nel pieno rispetto del GDPR. 

 

Il risultato è un loyalty program al passo con i tempi e pronto per emozionare anche i consumatori del futuro. 

 

CLICCA QUI per scaricare il White Paper: "Concorsi e raccolte punti nell'era dei dati"

Topics: Customer Engagement

Condividilo su: