Come organizzare concorsi a premio digitali: il modo più semplice per farlo

Scratch&Screen il 12 gennaio 2021

Creare manifestazioni a premio digitali: quale è la strada più semplice e veloce? Innanzitutto, orientarsi su un concorso a premi di tipo digitale è un primo importante passo da fare per alleggerire l’iter di preparazione e dare un deciso taglio ai costi, che calano rispetto a quelli di un concorso di tipo tradizionale. Ma quali sono i passaggi da effettuare per organizzarne uno sfruttando tutte le potenzialità del digital?

 

Creare contest digitali: un’operazione alla portata di tutti

 

Definire gli obiettivi

Quali motivazioni portano a creare concorsi a premio digitali? Questi sono uno strumento di marketing particolarmente amato ed utilizzato, perché possono essere impiegati, ad esempio, per:

  • -Ampliare il proprio pubblico e generare nuovi lead qualificati;
  • -Tenere alto l’engagement dei propri clienti, facendo crescere la loyalty;
  • -Promuovere un prodotto o un’iniziativa (anche in fase di lancio);
  • -Far crescere la spesa dei consumatori;
  • -Ottenere molte più informazioni dettagliate sui reali comportamenti di acquisto dei   consumatori, necessarie ad una corretta profilazione degli utenti.

Aver chiaro fin dal principio qual è la finalità da perseguire, attraverso la creazione di una manifestazione a premi, permette di fissare in modo chiaro gli obiettivi da raggiungere, attraverso i quali misurare l’efficacia dell’operazione quando si sarà conclusa.

 

Quale tipo di concorso a premio digitale?

In base ai propri obiettivi e considerando anche il tipo di pubblico che si intende raggiungere, bisogna decidere quale tipo di manifestazione organizzare. Si tratterà di un concorso che prevede un’estrazione finale, oppure un instant win? La vittoria sarà questione di pura e semplice fortuna, oppure ai partecipanti verrà richiesta una determinata azione per partecipare (upload di una foto, piccola prova di abilità…)? Non c’è una soluzione migliore in assoluto, ma piuttosto bisognerà valutare, caso per caso, la tipologia di concorso più adatta, rispetto all’identità del brand, e che più riuscirà a coinvolgere e stimolare la partecipazione degli utenti.

 

La scelta dei premi

Un ulteriore fattore, che ha il potere di influenzare molto il livello di partecipazione ad un concorso, sono i premi in palio. In questo caso occorre fare i conti anche con il budget a disposizione: ovviamente un premio di valore (come un’automobile o un viaggio) invoglierà un numero maggiore di utenti a giocare. Solitamente questa tipologia di premi è più frequente, quando si sceglie di creare manifestazioni a premio digitali, che prevedono la formula dell’estrazione finale, con un numero ridotto di vincitori. Più premi di minore entità, con un concorso di tipo instant win, e l’aumento della probabilità di vincita, ottengono risultati ugualmente positivi in termini di partecipazione: la possibilità di sapere subito se si ha vinto o no compensa il valore del premio più ridotto (accessori, buoni Amazon o iTunes…).

 

La piattaforma giusta per creare concorsi a premio digitali (e gestirli)

Uno dei principali vantaggi nel creare concorsi a premio digitali sta nella possibilità di utilizzo delle piattaforme realizzate appositamente per questo scopo. Questi strumenti supportano l’azienda in ogni step necessario a creare e a gestire un concorso a premio. Permettono di costruire e personalizzare la schermata di gioco, rendendola accessibile ai differenti device dei partecipanti, in base alla modalità di partecipazione scelta (pagina web, app, totem interattivo nel punto vendita), senza che siano necessarie particolari competenze informatiche.

I dati dei partecipanti vengono raccolti in un ordinato database, sono accessibili in tempo reale e facilmente fruibili, in modo da poter analizzare le performance del concorso ed effettuare operazioni di profilazione del pubblico. Anche l’estrazione e l’assegnazione dei premi possono essere gestiti in modo sicuro ed automatico direttamente dalla piattaforma. In questo modo, creare concorsi a premio digitali diventa davvero un’operazione accessibile a tutti, senza trasformarsi in un impegno eccessivamente gravoso, in termini di costi e di tempi necessari.

 

Mettersi in regola

Creare concorsi a premio digitali significa anche confrontarsi con le operazioni burocratiche richieste dalla legge italiana. I passaggi necessari sono la redazione del regolamento e il versamento di una cauzione, pari al valore complessivo del montepremi, per poi inviare la comunicazione al Ministero dello Sviluppo Economico dell’avvio del concorso (almeno 15 giorni prima della data di inizio). Sarà inoltre richiesta la presenza di un notaio o di un funzionario camerale che certifichi la correttezza delle operazioni di estrazione: meglio individuare il professionista giusto il prima possibile per non avere problemi e ritardi a concorso avviato.

 

Clicca qui e scarica il White paper: Profilare è un gioco!

Topics: Contest Online

Condividilo su: